Cucina tu un piatto tipico romagnolo

• Ingredienti per 2 persone: 
12 bei gamberoni (possibilmente carabineros) con la testa, freschissimi, fondamentale la qualità dei gamberoni; 1/2 kg abbondante di sale marino grosso leggermente umidificato; 1 teglia da forno.

• Preparazione: 
portate il forno ad una temperatura di 230°. Nello stesso tempo fate uno strato di sale sulla teglia, poggiatevi i gamberoni (non sgusciati) coprite col resto del sale pareggiatelo con le mani e mettete al forno per 15 minuti circa. Levate dal forno e spaccando il sale con l’aiuto di un cucchiaio levate i gamberoni posandoli direttamente sul piatto di portata. Io li preferisco solo cosparsi con del pepe appena macinato, ma volendo una citronette, o solamente un po’ di olio di oliva. Ricordatevi magari di decorare il piatto con un po’ di prezzemolo tritato.

• Ingredienti per 4 persone: 
Per l’impasto:
3 uova, 200 gr. Parmigiano, 200 gr. pane grattato, la buccia di 1/2 limone grattugiata, 3 cucchiai di farina, noce moscata q.b.
Per il brodo:
in una pentola, in 4-5 litri di acqua fredda, mettere ¼ di gallina, un pezzo di manzo, un osso di bue, un pezzo di cipolla, un gambo di sedano, una carota, tre dadi, due pomodori. Far bollire per due ore. Togliere la carne e le verdure e passare il brodo con un colino in un altro recipiente un po’ largo.

• Preparazione:
poni il pane grattato a fontana e riempi al centro della buca le uova; aggiungi il parmigiano, una grattata di noce moscata, la scorza del limone, un mestolino di brodo, sale e pepe dosati.
Cerca di amalgamare con le mani gli ingredienti fino a far raggiungere all’impasto una certa compattezza; intanto porta ad ebollizione il brodo. Fai riposare l’impasto almeno cinque minuti. Passa l’impasto a tocchetti nello schiaccia patate e ricava i passatelli lasciandoli cadere direttamente nel brodo bollente. (se si ha il ferro dei passatelli usare quello) Bisogna farli cuocere fino a quando affioreranno in superficie.

Tra i tanti piatti tipici della Romagna la minestra in brodo più caratteristica, più originaria, più romagnola è quella dai passatelli, sicuramente una delizia per il palato che vale la pena imparare a cucinare.
Questa particolare bontà nasce da un impasto di uova, formaggio, pane raffermo grattugiato, noce moscata, eseguiti con l’apposito ferro da passatelli. Infatti, per preparare i passatelli sarebbe necessario usare un attrezzo particolare, il “ferro per i passatelli“, difficilmente reperibile al di fuori della Romagna. In alternativa, è però possibile utilizzare con buonissimi risultati uno schiacciapatate a fori grossi. I passatelli in brodo sono squisiti e riescono benissimo anche in brodo di pesce.

Servi la minestra ben calda, aggiungendo a piacere in ogni piatto un po’ di parmigiano grattugiato.
E … Buon Appetito !

• Ingredienti per 4 persone:
500 gr di pesci di scoglio; 500 gr di granchi; 500 gr di nasello; 3 pomodori; cipolla; porro; aglio; prezzemolo; un mazzetto di aromi; ½ bicchiere d’olio; 1 bustina di zafferano; sale e pepe.

• Preparazione: 
tritare porro, cipolla e prezzemolo e porli in una casseruola con olio d’oliva, fare colorire e aggiungere un mazzetto di aromi (lauro, timo e cerfoglio), due spicchi d’aglio e tre pomodori pelati. Fare insaporire il tutto per 7-8 minuti e aggiungere il pesce: i crostacei solo lavati e i pesci più grandi puliti e tagliati a pezzi. Salare e pepare; dopo 5 minuti aggiungere un litro e mezzo d’acqua e una bustina di zafferano, quindi cuocere a fuoco moderato per 20 minuti. Dalla casseruola togliere ora i pesci più piccoli e i crostacei passandoli poi al setaccio o al passaverdura, raccogliendo il passato in un’altra pentola che andrà messa sul fuoco ancora per 10 minuti con il brodo di cottura filtrato. Disporre i pezzi di pesce rimasti in una zuppiera, versare sopra il brodo di cottura che nel frattempo si sarà ristretto. Servire con crostini di pane tostato.

• Ingredienti per 4 persone:
1 Branzino da 1 kg; 250 gr di pomodori pelati; 50 gr di burro; 1 dado per brodo; 1 carota; 1 gambo di sedano; prezzemolo; basilico; 1 foglia di lauro; un pizzico di timo; vino bianco; sale e pepe.

• Preparazione:
per preparare il branzino in questa maniera insolita, dopo averlo privato delle interiora e raschiato lo squame, lavandolo dentro e fuori, tritare il prezzemolo ed una foglia di lauro, quindi tagliare a rondelle le carote e a pezzetti la parte bianca del sedano. In una pesciera fare sciogliere 20 gr di burro e porvi a rosolare le verdure con trito e un pizzico di timo. Quando cominceranno ad appassire, unire il branzino e bagnare con il vino bianco facendolo evaporare a fuoco vivo. Ricoprire con carta oleata imburrata, cuocere lentamente per circa un’ora rigirando di frequente. A metà cottura unire i pomodori pelati e un mestolo di brodo. Prima di servire, togliere il pesce dal fuoco e passare la salsa al setaccio,quindi rimetterla sul fuoco riadagiandovi sopra il branzino che andrà fatto scaldare per qualche minuto.

• Ingredienti per 3 persone: 
350 gr di strozzapreti; 150 gr di porcini trifolati con olio aglio e prezzemolo; 150 gr di prosciutto cotto in unica fetta a pezzi grossetti; 12 scatoletta di pisellini primavera; passata di pomodoro qb; 1 noce di burro; sale e pepe nero qb; 3-4 cucchiai di panna da cucina; parmigiano grattugiato a piacere.

• Preparazione: 
prima cosa rosolare il prosciutto nel burro senza seccarlo e trifolare i funghi. Quando i funghi son pronti uniteli nella padella al prosciutto e ai piselli e fate insaporire. Unite la salsa,un mestolino di brodo e fate cuocere coperto a fiamma bassa fino a cottura dei pisellini non occorreranno più di 10 minuti un quarto d’ora. Unite la panna ,aggiustate di sale e pepe e fate consumare per bene la salsa. Calate gli strozzapreti, questi erano di pasta fresca comprati in pastificio,7-8 minuti di cottura quindi salsa e pasta vanno di pari passo. Non resta che essere serviti per caldi con un po’ di parmigiano.

• Ingredienti per 4 persone: 
1 rombo di circa 1 kg e 200 gr; 5 cucchiai di olio d’oliva; pane profumato; 1 rametto di salvia; 1 spicchio d’aglio; qualche ciuffo di rosmarino e sale.

• Preparazione: 
pulire bene il rombo e impanarlo. Praticate qualche leggera incisione ai lati per facilitare la cottura. Infilate nelle incisioni una fettina d’aglio e qualche foglia di rosmarino. Salate leggermente il rombo e mettetelo sulla carbonella. Fate cuocere rigirando il pesce una sola volta e ungetelo con un rametto di salvia intinto nell’olio. Appena cotto servitelo.

• Ingredienti per 4 persone: 
300gr di polipi; 300 gr di seppie; 300 gr di calamari; 200 gr di gamberoni; 150 gr di scampi; 1000 gr di vongole veraci; 2000 gr di cozze; 400 gr di sedano; 2 spicchi d’aglio; prezzemolo; 40 cl di olio d’oliva agrumato al limone; 20 cl vino bianco.

Per il brodo acidulo: 
500 cl d’acqua; 1 cipolla; 2 gambi di sedano; 1 carota; 1 gambo di prezzemolo; 2 foglie d’alloro; 100 cl di vino bianco; 50 cl d’aceto di vino; 2 chiodi di garofano; 10 grani di pepe bianco; sale.

• Preparazione: 
far cuocere separatamente nel brodo acidulo i polipi, le seppie, i calamari, i gamberoni e gli scampi precedentemente ben puliti e lavati. Fare raffreddare dentro il fondo di cottura, scolare e tagliare a pezzi grossolani e mettere dentro un recipiente. A parte fare aprire le cozze e le vongole separatamente con olio, aglio e vino bianco. Sgusciare ed unire al resto del pesce precedentemente tagliato. Aggiungere una julienne di sedano, vino bianco olio agrumato al limone, l’aglio ed il prezzemolo fine, regolare di sale, mischiare il tutto molto bene e mettere in frigorifero a marinare per circa sei ore. Servire con una julienne di insalate miste e spicchi di limone. Brodo acidulo: mettere a bollire l’acqua con le verdure sopra elencate tagliate a piccoli pezzi, il vino, l’aceto, le spezie e le erbe aromatiche per circa 30 minuti. Versare il pesce e lasciar cuocere.

• Ingredienti per 6 persone: 
500 gr. di sfoglia verde (con spinaci). A parte preparare un ragù di 250 gr di carne di maiale e 250 gr. di carne di vitello macinata, aggiungere 250 gr. polpa di pomodoro e odori (sedano,carota e cipolla), besciamella (1/2 litro di latte, 200 gr. di burro 80 gr. di farina), parmigiano.

• Preparazione della sfoglia: 
cuocere gli spinaci (solo le foglie) con l’acqua del lavaggio, scolarli molto bene, tritarli finemente e lasciarli raffreddare. 300 gr. di farina O, 4 uova fresche, 1presa di sale. Allargare la farina sul tagliere a fontana rompere le uova al centro salarle e iniziare a impastare aggiungendo gli spinaci, lasciare riposare il tutto un’ora in frigorifero. Stendere l’impasto sul tagliere e fare una sfoglia sottile aggiungendo farina se occorre. Far bollire la sfoglia ottenuta (dopo averla tagliata), per pochi minuti. Imburrate la casseruola, iniziate a fare il primo strato di pasta .aggiungete un po di ragù, di besciamella e una spolverata di parmigiano, coprite con un altro strato di sfoglia fino a riempire la casseruola. Fare riposare 1/2 ora affinchè la pasta prenda sapore e compattezza. Cuocere a180° per 20 minuti circa fino a quando la superficie risulterà gratinata. Consiglio: Una porzione da 250/300 gr. sostituisce un pasto completo.

• Preparazione del ragù: 
in un pentolino far soffriggere sedano, carota e cipolla tritati per 2 minuti, aggiungere la carne macinata salare e coprire, lasciare rosolare e aggiungere 1/2 bicchiere di Sangiovese (quello buono) Infine aggiungere la polpa di pomodoro e lasciar cuocere per 50/60 minuti.

• Per la pasta:
300g di farina bianca; 3 uova; sale.

• Per il ripieno: 
1 cappone; 260 g di porcini; parmigiano grattugiato; aglio; prezzemolo; 1 sedano; 1 carota; 1 cipolla; olio d’oliva; sale; pepe nero in grani.

• Preparazione: 
tagliare il collo, le ali e le zampe del cappone; lavarlo bene quindi metterlo in abbondate acqua salata e aromatizzare con sedano, la carota, una piccola cipolla e alcuni grani di pepe, e farlo lessare per circa un’ora e mezza. Nel frattempo pulire i porcini con uno straccio umido, tagliare a lamelle quindi far trifolare a fuoco vivo, in padella, con 3 cucchiaiate d’olio e uno spicchio d’aglio. Infine insaporire con un pizzico di sale, pepe e prezzemolo tritato. Iniziare ora a preparare i tortellini. Versare la farina a fontana sul tavolo; al centro mettere le uova e un pizzico di sale. Dopo averla lavorata fino ad ottenere una impasto compatto ma elastico, lasciarla riposare per 30′ avvolta in poca pellicola trasparente. Quando il cappone sarà cotto, spolparlo. Prendere g 250 di carne e passarla al mixer insieme ai porcini. Trasferire il tutto in una ciotola e aggiungere 2 cucchiai di parmigiano e un pizzico di sale e pepe. Con la macchina per stendere la pasta ricavare delle sfoglie sottili; tagliarla in quadratini di cm 3 di lato; mettere al centro di ciascuno mezzo cucchiaino di ripieno, piegare la pasta a triangolo e, girando quest’ultimo attorno all’indice, formare un anello chiuso alle estremità. Poco prima di servire, far passare il brodo di cappone da un colino e lessare i tortellini al dente. Servire nel loro brodo, con parmigiano a parte.

• Ingredienti per 4 persone: 
10 code di gamberi; 10 code di scampi; 10 calamari; 1 spicchio d’aglio; prezzemolo tritato; pane grattugiato; sale e pepe; olio; succo di 1 limone.

• Preparazione: 
pulire e preparare crostacei e molluschi. Gli scampi e i gamberi devono essere sgusciati e lavati, i calamari privati delle parti coriacee, del nero interno e lavati bene. Quando sono pronti infilarli negli spiedini uno per volta a secondo del gusto. Nel frattempo preparare il condimento mescolando olio, sale, pepe e un trito di prezzemolo, aglio e pangrattato. Girare gli spiedini nel condimento, poi appoggiarli sulla griglia rovente. Cuocere lentamente a fuoco basso, fino a doratura uniforma. Una volta pronti mettere gli spiedini su un piatto di portata, condirla ancora con una presa di sale e pepe e un filo di olio crudo, e guarnirla con spicchi di limone e insalate varie.

• Ingredienti per 4 persone: 
2 etti di acciughe o sardine; 2 etti di calamaretti; 3 etti di gamberetti; 4 piccole sogliole; 4 piccole triglie; 1 limone; poca farina; abbondante olio per friggere; sale.

• Preparazione: 
pulite i calamaretti, lavateli, infarinateli. Sgusciate, lavate ed infarinate i gamberi. Pulite gli altri pesci, lavateli sotto l’acqua corrente, asciugateli ed infarinateli. Friggete in abbondante olio bollente prima le sogliole, le triglie, le acciughe, ed infine i calamari ed i gamberi. Scolate i pesci, dorati e croccanti, poneteli su della carta assorbente , salate. Servite la frittura calda, su un piatto di portata , con spicchi di limone.

• Ingredienti per 4 persone: 
500 gr di farina bianca, 50 gr di strutto (o 5 cucchiai di olio extravergine di oliva), sale, un pizzico di bicarbonato, acqua tiepida.

• Preparazione:
disponete la farina a fontana sul tagliere. Incorporare lo strutto (o l’ olio) ed aggiungere il sale e il bicarbonato. Con l’aiuto dell’ acqua tiepida, lavorate il tutto fino ad ottenere un impasto sodo. Dividetelo in 8 palle di pasta e lasciate riposare per circa 30 minuti sotto un tovagliolo. Scaldare la teglia (di terracotta, di ghisa o una moderna antiaderente). Stendere le pagnottine con il matterello fino ad ottenere dei dischi di circa 25cm di diametro e 3/4mm di altezza e cuocere sulla teglia calda qualche minuto per parte. Per girare la piadina, sollevarla con un coltello a lama lunga. A cottura ultimata tagliare in due e servire per accompagnare carne alla brace oppure farcire la piadina, friabile e profumata, con salumi e formaggi (prosciutto, formaggio, salame, squacquerone), con le erbe di campagna o con quello che più ci piace. Una variante alla piadina è il crescione, costituito da una piadina ripiegata su se stessa, farcita e poi richiusa con la farcitura al proprio interno che può essere fra le più varie, unico limite: la fantasia della “piadinara”(o “piadaiola”).

La piadina è la più tipica della specialità di Romagna. La si trova un po’ ovunque, nelle strade di Romagna, prodotta dalle “piadinare” nei caratteristici e colorati chioschi. La piadina romagnola è tanto famosa da essere conosciuta ben oltre i confini regionali. Ha origine, in tempi storicamente recenti, come alimento povero e, nel secolo scorso, veniva consumata dai contadini al posto del pane, o addirittura come pasto principale, in quanto il suo corposo impasto consentiva una maggiore sensazione di sazietà. La piadina varia, per composizione e spessore dell’impasto, a seconda delle diverse tradizioni nelle diverse città e province di Romagna. La più bassa è quella riminese, la più alta è quella del forlivese.

• Ingredienti per 4 persone: 
400 gr di spaghetti o vermicelli; 1kg di vongole; ½ bicchiere d’olio; 2 spicchi d’aglio; prezzemolo fresco; sale e pepe.

Preparazione: 
lavare le vongole e porle in una padella sul fuoco coperta in modo che dopo due o tre minuti di dischiudano con il calore. Staccare il frutto dal guscio e sciacquare le vongole più volte in acqua salata affinché perdano i residui terrosi. Conservare il liquido che andrà fatto decantare per poi essere filtrato. In un tegame fare soffriggere nell’olio gli spicchi d’aglio tagliati a pezzetti e, quando si saranno dorati, aggiungere le vongole con parte del loro liquido, quindi lasciare cuocere per cinque minuti. Condire con questa salsa gli spaghetti che si saranno cotti nel frattempo e aggiungere alla fine una cucchiaiata di prezzemolo tritato. Completare con una macinata di pepe e servire

• Ingredienti per 4 persone: 
1 osso di prosciutto; 200 gr di fagioli secchi (borlotti); 150 gr di maccheroncini; 1 carota; 2 gambi di sedano; 1 cipolla; olio d’oliva; sale e pepe.

• Preparazione: 
porre in una casseruola con poca acqua un osso di prosciutto dal quale andranno scartate le eventuali parti rancide. Fare bollire due o tre minuti, quindi buttare il liquido. Aggiungere tre litri d’acqua fredda e unire i fagioli che saranno stati messi a bagno la sera prima. Cuocere a tegame coperto per circa 2 ore, togliendo poi con un mestolo forato l’eventuale grasso formatosi in superficie. Passare metà quantità di fagioli al passaverdura e aggiungere un trito a base di carota, cipolla e sedano, mezzo bicchiere d’olio e il sale. Cuocere per altri 40 minuti e versare la pasta che andrà cotta per 20 minuti. Servire in ciotole di terracotta, pepare e condire con olio d’oliva.

La pasta e fagioli è diffusa in molte regioni d’Italia, in ognuna delle quali intervengono diversi ingredienti. Qui proponiamo una minestra di origine veneta, dove i fagioli borlotti sono la componente essenziale per dare quel particolare colore bruno.

• Ingredienti per 4 persone: 
200 gr di pasta da pane; 1 mozzarella; salsa di pomodoro; origano; pecorino dolce grattugiato; sale e olio d’oliva. Questa pizza, forse la più conosciuta da elementi semplicissimi e più ci si avvicina al golfo di Napoli, più si fa squisita: sarà per l’arte secolare dei Napoletani nel lavorare l’impasto rendono sottile ma soffice, sarà la qualità dell’olio, dei pomodori e delle mozzarelle.

• Preparazione: 
dopo aver lavorato la pasta da pane acquistata dal panetterie, disporla in forma circolare nella teglia unta di olio. Tagliare la mozzarella, possibilmente di bufala, in dischi delle spessore di circa 1 centimetro. Ricoprire la pasta con abbondante salsa di pomodoro nella parte centrale, lasciando scoperto un bordo di 2 cm detto anche cornicione. Disporre le fette di mozzarella, cospargere di origano e una grattugiata di pecorino dolce. Aggiungere una presa di sale e irrorare con olio d’oliva. Passare in formo caldo, fino a che si sarà raggiunta la lievitazione e la mozzarella si sarà sciolta.

• Ingredienti per 4 persone: 
1 kg di carne di vitello tenera; 2 cucchiai di olio; 1 spicchio d’aglio; salvia e rosmarino; 1 bicchiere di vino bianco.

• Preparazione: 
adagiare la carne in una teglia. Condirla con sale e pepe, rosmarino, aglio, salvia e olio. Farla rosolare e sfumarla in seguito con vino bianco. Continuare la cottura a forno bagnandola con acqua o brodo vegetale fino a cottura ultimata.

• Ingredienti per 4 persone: 
500 gr di canocchie; 400 gr di pasta; aglio; mezza cipolla; prezzemolo; olio; sale; pepe oppure peperoncino; un bicchiere di vino bianco; passata di pomodoro Q/B (consiglio di mettere un cucchiaino di zucchero x togliere l’acidita’ del pomodoro).

• Preparazione: 
tritare finemente cipolla/aglio fate il fondo al tegame di olio ex vergine fare soffriggere il tutto aggiungere il vino fare sfumare versare la passata di pomodoro aggiungere poca acqua portare a bollore. Mondare le canocchie tagliado le parti pungenti tagliatele a pezzi versatele nel tegame fate restrigere il tutto; aggiungere sale e pepe il prezzemolo una spolverata a sugo fatto….e….buon appetito!

• Ingredienti per 4 persone: 
4 uova; 400 gr di farina; sale q.b.

• Preparazione: 
mettere sul tagliare la farina a fontana, fare un buco in mezzo e mettere le uova e il sale, impastate il tutto con le mani. Quando l’impasto sarà duro e ben compatto, tirate l’impasto con il matterello. deve diventare una sfoglia sottile. Se la sfoglia è stata ben tirata, le tagliatelle risulteranno compatte e soprattutto lunghe: è questo il segreto delle tagliatelle ben fatte. Occorre lasciarle asciugare e poi potete tagliarle. Lessatele in abbondante acqua bollente e salata. Il condimento può essere: ragù o burro e parmigiano.

• Ingredienti per 4 persone: 
500 gr di melone; prosciutto crudo tipo Parma 4 fette; pepe.

• Preparazione: 
lavate, asciugate e mettete in frigorifero il melone lasciandovelo per almeno 2 ore. Appena prima di servirlo tagliatelo a fette e, aiutandovi con un cucchiaio, togliete accuratamente i semi e le parti filamentose. Con un coltello molto affilato staccate la polpa dalla buccia e tagliate poi le fette a dadini. Adagiate il prosciutto su un piatto di portata e su ogni fetta disponete i dadini di melone, cospargendo il tutto di pepe. Se nel frattempo non vi sembrasse più abbastanza freddo, coprite il piatto con una pellicola trasparente e rimettetelo per un po’ in frigorifero.

• Ingredienti per 4 persone: 
cozze 200 gr., vongole 200 gr. sgusciate, 200 gr. di calamari e gamberi, 100 gr. di pomodori pelati, 1 spicchio d’aglio, prezzemolo e cipollotto, 1 bicchiere di vino bainco, 400 gr. di riso carnaroli.

Preparazione: 
far rosolare l’aglio, prezzemolo, peperoncino e il cipollotto, aggiungere i pesci, sfumare con vino bianco. Aggiungere il pomodoro del brodo di pesce, quando bolle aggiungere il riso e combinare la cottura e insaporire con sale, pepe o olio d’oliva o burro.

• Ingredienti per 4 persone: 
4 soglioline da 80 gr. l’una; 4 code di rospo da 150 gr.; 16 gamberi sgusciati; a seppiolini da 80 gr.; 16 sardoncini.

Preparazione: 
pulire il pesce e condirlo con pane grattugiato, aglio, prezzemolo, sale e olio d’oliva. Cuocerlo sulla carbonella.

Dicono di Noi

propertylb

L’hotel ideale per famiglie con bambini, soprattutto neonati

“Raccomandiamo il Diamond per una vacanza no stress! Nel nostro primo viaggio con prole al seguito (neonato di 7 mesi), abbiamo ricevuto accoglienza adeguata, servizi soddisfacenti, cordialità e ottimo rapporto qualità prezzo per un family hotel, il che non guasta mai!”

Recensito su tripadvisor, 5 propertylb
Spluky

gentilezza, cortesia, qualità

“il titolo dice già tutto !!!!!..appena arrivati ti corrono incontro per portarti le valigie ,salutano, regali ai bambini incartati !!!!…..con un accoglienza così sei già a posto Per il resto personale qualificato, competente e organizzato!! Cibo ottimo nella variabilità e scelta. Per i bimbi non manca nulla”

Recensito su tripadvisor, 5 Spluky
Deborah D

Gradita sorpresa

“Ho soggiornato in questo hotel per il ponte del 2 giugno con la mia famiglia ed è stato un soggiorno meraviglioso. L’atmosfera è stata quella di una famiglia: il personale era sempre gentile e sorridente e pronto a soddisfare ogni nostra necessità”

Recensito su tripadvisor, 5 Deborah D
Arianna M

Davvero una scelta azzeccata!!

“Consiglierei a tutti questo hotel… Il personale è gentilissimo, il cibo molto buono, le camere spaziose e molto pulite, ottimo servizio spiaggia in un all inclusive davvero molto competitivo!! Aspetto la prossima estate per tornarci!!!”

Recensito su tripadvisor, 5 Arianna M
Chiara G

Ottimo hotel

“Abbiamo soggiornato io e la mia amica dal 5 luglio al 20. Che dire: personale molto ma molto disponibile, simpatia dalle prime ore del mattino sino alla sera, ottima pulizia, mangiare ottimo ottimo buffet a colazione” Lo consigliamo a tutti, ci torneremo sicuramente! Un saluto ad Antonella, Anna, Michele Alessandro e Mela!”

Recensito su tripadvisor, 5 Chiara G